Bullismo sugli insegnanti: autorità, ’68 e televisione

Si parla molto degli episodi incresciosi in cui gli studenti delle scuole mancano di rispetto ai loro insegnanti, perfino vessandoli in modo bullistico. Se ne trae la ragionevole conseguenza che ad essere andato in crisi non è solo il rispetto per gli insegnanti, ma quello per ogni forma di autorità. I rapporti fra genitori e figli, ad esempio, sembrano confermarlo.

Crowdfunding e finanza alternativa, anche in Italia sta iniziando (finalmente) il boom

«C’è una grande, nuova opportunità d’investimento in Italia ed è la finanza alternativa a supporto delle imprese innovative. In Italia sta crescendo tantissimo, in questo ultimo periodo: forse finalmente sta partendo davvero». Tommaso Baldissera Pacchetti sa di cosa sta parlando: fondatore e CEO di CrowdFundMe, prima piattaforma italiana di equity crowdfunding per numero di investitori, è uno dei pochi che a questa innovativa forma di finanziamento credette anche quando non ci credeva nessuno.

Un moderno panopticon: Internet e la società dell’ignoranza

«Il soggetto della libertà e quello della sottomissione si sono invertiti;
le cose sono libere, ed è l’uomo a non esserlo più».
Günther Anders [1]

«La portata, gli obiettivi e le conseguenze dell’azione determinati
dalla tecnologia moderna sono cosi nuovi che l’etica precedente
non è più in grado di abbracciarli. Oggi, il coro dell’Antigone sulle
portentose capacità dell’uomo dovrebbe essere letto in modo differente;
e la sua ammonizione all’individuo perché rispetti le leggi della terra
non sarebbe più sufficiente».
Hans Jonas [2]

La pervasività della razionalità scientifica e tecnologica tipica di un mondo iperconnesso come il nostro pone rilevanti conseguenze in termini di effetti maladattativi e fa emergere con urgenza la questione del rapporto tra individui e conoscenza. In particolare, occorre domandarsi se sia la conoscenza a dovere/potere assumere, attraverso il concetto di “counteractive cultural niche”, un ruolo di freno nei confronti del dilagare esclusivo e privo di regole della tecnologia, o se, invece, si debba mirare alla costituzione di una “società dell’ignoranza” in cui il residuo ineliminabile di non conoscenza venga rivalutato positivamente come vera e propria risorsa da coltivare con consapevolezza.

Che cos’è oggi la letteratura

Pensavo alla letteratura, ai libri che hanno intrecci con altri libri, ai libri che creano forme nuove. Pensavo al fatto che questi libri oggi, come nel passato, non arrivano al popolo, che intanto si è dissolto, ma non arrivano neppure agli altri scrittori e a quelli che una volta divugavano la letteratura. Questo lavoro assicurava la lenta combustione che la letteratura deve avere, permetteva a un libro di trovare negli anni i lettori che meritava.

Dopo la democrazia, la governance?

Gli antichi greci distinguevano tra democrazia, oligarchia e tirannia. Per Platone e Aristotele la democrazia non era la migliore forma di governo possibile e nemmeno lo sbocco inevitabile dell’evoluzione politica. Per loro il passaggio da una forma di governo all’altra era una degenerazione inevitabile (sul tema vedi Stefano Petrucciani, Democrazia, Einaudi, Torino, 2014, alle pp.17-26).

Ellen Ullman, Accanto alla macchina

Accanto alla macchina (Minimum Fax, 2018) della programmatrice e scrittrice Ellen Ullman comincia con una vertigine. Ci sono due programmatori alle prese con l’ennesimo debug: non funziona, non funziona, funziona! L’illuminazione li folgora contemporaneamente, è un’esplosione intellettuale, due cervelli che lavorano allo stesso ritmo.

Monete virtuali: più che un paradiso un Far West

Più di mezzo miliardo di dollari: è l’enorme ammontare di criptovaluta che, nella notte fra il 25 e il 26 gennaio, è stato sottratto a Coincheck, la più grande piattaforma di scambio di criptovalute del Giappone. Il quale, a sua volta, costituisce una delle piazze più importanti al mondo per le monete virtuali, tanto da arrivare ad accentrare fino al 40 per cento delle contrattazioni, secondo quanto riporta il Financial Times. Poche ore prima dell’hackeraggio, il direttore operativo di Coincheck aveva dichiarato con orgoglio al quotidiano finanziario Nikkei di avere raggiunto una quota di mercato pari al doppio dell’immediato concorrente: “è una moderna corsa all’oro”.

La società orizzontale e l’assenza di orizzonti

In Disorder dei Joy Division, un cupissimo Ian Curtis cantava poeticamente: “Aspettavo che venisse una guida e mi prendesse per mano”. Quella strofa ha rappresentato il punto di svolta per un’intera generazione e ha messo in discussione, anche solo per un momento, la questione del conflitto generazionale che aveva animato la cultura giovanile sin dagli anni cinquanta. Il tema della libertà assoluta, tanto agognata dalla generazione dei baby boomer, protagonisti degli anni sessanta, viene ribaltato in una nuova mistica dell’autorità.

L’importanza delle metamorfosi di Apuleio

“L’importanza di essere Lucio. Eros, magia e mistero ne L’asino d’oro di Apuleio” è uscito da poco per Odoya, nella briosa collana “I classici pop”, diretta dall’autore di questo libro, l’immaginifico Franco Pezzini, animatore della Libera Università dell’Immaginario (per la quale tiene da anni corsi monografici), ma anche studioso dei rapporti tra letteratura, cinema e antropologia, con particolare attenzione agli aspetti mitico-religiosi e fantastici.